logo  

 

Cantina Due Palme

 

Via San Marco, n. 130

72020 - Cellino San Marco - BR

www.cantineduepalme.it

mail@cantineduepalme.it

 

 CANTINE DUE PALME RITR Cantine Due Palme, azienda cooperativa costituita nel 1989 a Cellino San Marco, in provincia di Brindisi, nasce dall’idea e dalla volontà di Angelo Maci, terza generazione di una famiglia di vignaioli. 1200 soci conferitori e 2400 ettari di vigneti dislocati nel triangolo di terra che abbraccia le province di Brindisi, Taranto e Lecce, nel cuore del Salento.

Dagli anni ’90 ad oggi sono stati ingenti gli investimenti che l’azienda ha operato nell’ottica della crescita, dello sviluppo, delle tecnologie, della produzione sostenibile. Tre le cantine che dal 1989 ad oggi sono state incorporate nel gruppo Due Palme: dalla storica Cantina Sociale Riforma Fondiaria di Cellino San Marco (una delle più antiche cooperative delle Puglia costituita nel 1955), alla Cantina Sociale Angelini di San Pietro Vernotico (costituita nel 1961) fino alla Cantina San Gaetano di Lizzano (1959), in provincia di Taranto, importante realtà vitivinicola nella zona del Primitivo Dop.

Sono venticinque, ad oggi, le referenze prodotte da Cantine Due Palme, venticinque etichette che raccontano di vini d’eccellenza fortemente connotati dalle condizioni pedoclimatiche della regione e modellati dalla passione e dalla capacità di Angelo Maci, presidente ed enologo dell’azienda.

Il successo di Cantine Due Palme è strettamente correlato alla sua storia, alle tradizioni, alla cultura enoica che sono la traccia lungo la quale il lavoro dei settanta dipendenti della più grande cooperativa del mezzogiorno d’Italia si ispira ogni giorno.

Due i punti di forza dell’etica e della cultura aziendale: il rispetto delle tradizioni in un’ottica di sviluppo sostenibile e una vision fortemente improntata al recupero e alla valorizzazione delle radici del territorio.

Uno dei progetti su cui Cantine Due Palme sta investendo con forza è il programma di tutela e di salvaguardia del tradizionale sistema di allevamento dell’Alberello Pugliese, vero custode di un’identità ben precisa, che va dall’allevamento alla gestione del vigneto. Per dar forza a questo obiettivo aziendale, nel 2010, su input del Presidente Angelo Maci, è stata costituita l’Accademia dell’Alberello Pugliese, i cui promotori sono, fra gli altri  l’Amministrazione Provinciale di Lecce e 7 sindaci dei comuni limitrofi.

Una produzione che rispetta l’ambiente. È questo il leit motiv di Cantine Due Palme, ed è per questo che da ormai tre anni l’azienda investe nella produzione esente da insetticidi, ricevendo la certificazione Check Fruit che è garanzia di un prodotto allevato in assenza di insetticidi chimici, e che utilizza il sistema della confusione sessuale per combattere la tignoletta, un parassita animale particolarmente pericoloso per la qualità delle uve.

   

 

Angelo Maci, of the famed Cantine Due Palme winery, is a great ambassador for Italian –  and especially Apulian – wine. The key to his success lies in the irresistible Negroamaro grape which, in this case, has produced the fruitiest Italian red wine you could hope for.

In recent years, Cantine Due Palme has carried out two notable, praiseworthy viticultural projects: the rediscovery, revaluation and massive propagation of Susumaniello, a rare, nearly extinct red-berry variety, native of Salento, once highly reputed in the region for yielding elegant, exotically spiced medium-bodied red wines; the reintroduction of ‘Settonce’, the ancient Roman pattern for planting a vineyard and optimize the geometrical surface of any given field, through the traditional ‘Alberello’ training-system (free-standing low bushvine).

Another distinctive feature that distinguishes Cantine Due Palme from other large-scaled Apulian wine producers is the resolution to safeguard and perpetuate the traditional ‘Alberello’ training-system, rigorously hand-pruned and dry-farmed.

Cantine Due Palme is equipped with an impressively modern cellar, housing several wooden vats, 5 grape crushers, horizontal rotary fermenters, French and American oak barriques; a hi-tech oenological laboratory has been set up to carry out chemical analysis on the wines at any phase of the winemaking process, to ensure cleanliness and organoleptic stability. In 2013 a new bottling line was bought, producing 11.000 pieces, one of the biggest in Italy.

Another huge project of this winery is promoting and carrying out a production process that respects the environment. In the past three years, the winery has invested a lot in the pesticide-free production, receiving the “Check Fruit Certification” as unique and sole winery in Italy. This Certification is a warranty of grapes grown in the absence of chemical insecticides using the “sexual confusion system” to fight the moth, a pest animal insect really dangerous for vines.

 

 100mete

 100progetti

 100hotel

 100eccellenze

© 2017 RD Editore | Powered by Horsecom

Search